torta mimosa - 8 marzo

INGREDIENTI
Per il pan di Spagna:
- 6 uova a temperatura ambiente
- 
200 g di zucchero semolato

- 200 g di farina 00 ben setacciata

Per la crema diplomatica:

- 4 tuorli

 - 500 ml latte

- 175 g di zucchero
- 
60 g di farina 00
- 
1 cucchiaino di estratto alla vaniglia o ½ cucchiaino polpa di vaniglia o 1 bacca di vaniglia
- 
200 ml di panna fresca

Per la bagna al maraschino:

- 150 ml di acqua
- 
100 g di zucchero

 - 50 ml di maraschino
- 
zucchero a velo per guarnire

PROCEDIMENTO

Tenete a portata di mano:
- una ciotola a forma di cupola, foderata con pellicola
- una teglia che abbia il diametro non inferiore a quello del bordo della ciotola
- un coltello da pane.

Iniziate dal pan di Spagna. Accendete il forno a 170° e ungete con burro, olio o spray staccante la vostra teglia.
 Mettete nella planetaria uova e zucchero e montatele finché non raddoppiano di volume.
 Aggiungete gradualmente la farina che deve essere setacciata molto bene.
 Versate il composto nella teglia e infornate per circa 25 minuti, aprendo solo allora il forno per verificare che inserendo uno stecchino rimanga asciutto e che quindi l'impasto sia ben cotto. 
Lasciate raffreddare almeno parzialmente il pan di Spagna e poi capovolgetelo su una griglia per farlo ulteriormente raffreddare.
 Mentre il pan di Spagna si cuoce e si raffredda preparate la crema e la bagna. Per la bagna, mettete a bollire prima l’acqua con lo zucchero finché questo non si sarà sciolto; lasciate raffreddare lo sciroppo e aggiungete il liquore. 
Per la crema, scaldate il latte con parte dello zucchero e la vaniglia; nel frattempo montate i tuorli con lo zucchero, poi aggiungete la farina e infine versate il latte caldo a filo.
 Riportate sul fuoco e cuocete a fiamma basso mescolando sempre, fino ad arrivare a bollore. 
Lasciate raffreddare la crema coprendola in superficie con la pellicola per evitare che si formi la pellicina.
 Nel frattempo montate la panna e amalgamatela alla crema pasticciera raffreddata usando una spatola con dei movimenti delicati dal basso verso l'alto. 
La crema diplomatica è pronta. 
Adesso con il coltello da pane, tagliate via le parti scure del pan di Spagna. 
Tagliate un disco alto 1cm che vi servirà da base e il resto a strisce di 1cm.
 Bagnatelo da una parte soltanto spruzzandoci sopra dello sciroppo al maraschino. 
Componete la torta mimosa sistemando delle strisce ben attaccate l'una all'altra dentro la ciotola rivestita di pellicola, in modo da formare la cupola. Spruzzate con lo sciroppo, poi mettete un po' di crema sul fondo, e coprite con altre strisce di pan di Spagna in modo da formare uno strato intermedio. 
Coprite con altra crema e chiudete con il disco che avevate tenuto da parte(parte asciutta verso l'esterno). 
Pressate con delicatezza in modo da compattare il tutto, sigillate bene la ciotola con la pellicola e mettete in frigo per 24 ore. 
Tagliate a cubetti il pan di Spagna avanzato, chiudetelo in una barattolo e riponete in frigo la crema avanzata. Per comporre la torta mimosa rovesciatela sul piatto di portata, togliete la pellicola e spalmate la cupola con la crema avanzata. Ricoprite con la dadolata di pan di Spagna che si attaccherà alla crema e spolverate con zucchero a velo. 
La torta mimosa deve essere conservata in frigo e mangiata entro tre giorni.